registri vpn


Credi a ciò che dice la tua VPN in merito alle sue politiche di registrazione?

Stai attento.

Un recente caso giudiziario in Massachusetts ha dimostrato ancora una volta che alcuni servizi VPN con criteri di "zero log" tengono effettivamente registri e consegnano queste informazioni alle autorità.

In questa guida esamineremo il caso recente e altri esempi da illustrare cosa sta succedendo e come puoi Proteggiti.

Ecco cosa devi sapere.

Applicazione della legge contro "nessun registro"

PureVPN è stato recentemente catturato in flagrante.

Il Dipartimento di Giustizia appena pubblicato un reclamo riguardante un caso di cyberstalking. Il caso riguardava un residente americano che stava presumibilmente perseguitando e perseguitando le persone mentre utilizzava PureVPN.

La sezione pertinente del reclamo appare in fondo a pagina 22:

arresto dei registri purevpn

Sebbene sia difficile determinare esattamente quali dettagli contenevano questi "registri" (registri), è chiaro che sono state fornite informazioni sufficienti per consentire alle forze dell'ordine di arrestare l'utente PureVPN con l'accusa di cyberstalking.

La denuncia dell'FBI sopra sembra chiaramente contraddire la politica sulla privacy di PureVPN - in particolare questa sezione qui:

politica purevpnL'utente PureVPN sopra non era chiaramente "invisibile".

Ma questa non è la prima volta che le forze dell'ordine hanno fatto piovere sulla festa VPN "no log".

Secondo un post su WipeYourData (il sito è ora offline), un utente del "assolutamente nessun registro" EarthVPN il servizio è stato arrestato con l'aiuto di "Registri di connessione" ottenuti dalla polizia. Mentre il post è a corto di dettagli, afferma che la polizia olandese ha usato questi "registri di connessione" per arrestare l'utente EarthVPN per aver presumibilmente minacciato bombe.

registri di earthvpn

Quando la storia si è interrotta, EarthVPN avrebbe accusato il centro dati in cui si trovava il server, ma i commentatori hanno suggerito che la VPN potrebbe aver consegnato informazioni alla polizia. (Non c'è modo di saperlo con certezza e il rapporto originale è a corto di dettagli.)

E infine, c'è anche il caso con HideMyAss.

Secondo Invisibler, Hide My Ass VPN, il servizio VPN con sede nel Regno Unito, sembra aver collaborato con le autorità statunitensi nel consegnare i registri in un caso di hacking. Ciò ha portato all'arresto di un hacker in quello che è noto come il "fiasco di LulzSec".

Ci sono probabilmente altri esempi che non sapremo mai dove le VPN hanno consegnato i dati dei clienti (registri) alle autorità.

Dichiarazioni contraddittorie "senza registri"

Ulteriore aggiunta alla confusione è che c'è nessuna definizione standard di "registri" o "nessun registro" utilizzati nel settore VPN. Come vedrai di seguito, molte VPN escono con le loro definizioni contorte.

Ecco due esempi in cui le dichiarazioni di marketing sembrano contraddire le politiche sulla privacy.

Esempio 1: Betternet

registri betternet vpn

Informativa sulla privacy di Betternet:

Betternet può raccogliere i tempi di connessione al nostro Servizio e la quantità totale di dati trasferiti al giorno ... Betternet utilizza terze parti (la "Terza Parte") per la pubblicità. Terze parti possono utilizzare le tecnologie per accedere ad alcuni dati, inclusi, a titolo esemplificativo, i cookie per stimare l'efficacia delle loro pubblicità.

Esempio 2: PureVPN

zero log purevpnPureVPN ha una "politica Zero Log".

Ora tornando di nuovo alla politica sulla privacy di PureVPN, nota la prima e la penultima frase:

purevpn registra i dati di connessioneNiente da vedere qui gente ...

Apparentemente mantenere "connessione e larghezza di banda" fa parte della "politica zero log" di PureVPN.

Sembra che molte persone cercheranno semplicemente le affermazioni "no log" sulla homepage e non leggeranno mai la stampa fine nell'informativa sulla privacy.

Queste affermazioni contraddittorie sono abbastanza comuni con le VPN.

Bandiere rosse con log VPN

Come fai a sapere se puoi fidarti di ciò che dice la tua VPN sui log?

Non c'è una risposta concreta qui, ma puoi fare attenzione a queste bandiere rosse:

  • Dichiarazioni contraddittorie - Confrontare le dichiarazioni di marketing con la politica sulla privacy. Se si contraddicono a vicenda, potresti avere un problema.
  • Restrizioni + "nessun registro" - Se una VPN impone restrizioni, ciò spesso richiede una qualche forma di registrazione. Mentre le restrizioni di connessione possono forse essere implementate in tempo reale, le restrizioni di larghezza di banda richiedono la registrazione.
  • Giurisdizione - Le VPN in alcune giurisdizioni, come gli Stati Uniti e il Regno Unito, possono essere costrette a consegnare informazioni alle autorità governative. Le VPN negli Stati Uniti, ad esempio, possono essere costrette a monitorare / registrare i propri utenti dalle autorità governative mentre è vietata la divulgazione (ordini di bavaglio).

I registri VPN sono generalmente a area grigia.

Leggere la stampa fine ti aiuterà a risolvere il rumore.

Come proteggerti

Ecco cinque modi per proteggerti da un servizio o un server VPN che potrebbe essere compromesso:

  • Reclami verificati "no log" - Ci sono stati due esempi in cui i reclami "no log" hanno prevalso sulle forze dell'ordine. lo scorso anno i loro reclami "no log" sono stati testati e verificati in tribunale americano. In un altro esempio, ne avevano due (riportato anche da TorrentFreak). Secondo Perfect Privacy, i dati dei clienti sono rimasti al sicuro grazie alla configurazione del server e alle loro rigide politiche "no log".
  • VPN multi-hop - Un modo per proteggerti se un server VPN è compromesso è attraverso una configurazione VPN multi-hop. Una configurazione multi-hop aiuterà a mascherare il traffico in entrata e / o in uscita. Entrambi offrono catene VPN multi-hop autoconfigurabili con un massimo di quattro server. offre 18 diverse configurazioni a doppio hop.
  • VPN + Tor - Se eseguito correttamente, l'utilizzo di una VPN in combinazione con la rete Tor può proteggere ulteriormente gli utenti (ma le prestazioni diminuiranno in modo significativo).
  • Più servizi VPN - L'uso di più di un servizio VPN contemporaneamente fornirà anche più anonimato. Un modo semplice per implementare questa configurazione sarebbe usare una VPN su un router e quindi connettersi a quella rete attraverso un'altra VPN sul tuo computer / dispositivo. L'implementazione di questa tecnica con macchine virtuali è un'altra opzione. (Lo svantaggio principale sarà di nuovo la prestazione.)
  • Foro competente per la privacy - La scelta di una VPN al di fuori dei paesi di sorveglianza del 5/9/14 Eyes può offrire ulteriore protezione. Tuttavia, questo non è un proiettile d'argento. Come abbiamo visto con PureVPN, operare a Hong Kong non significa che non collaboreranno con le autorità statunitensi.

I registri VPN non sono necessariamente una cosa negativa. Tutto dipende dal tuo modello di minaccia e quanta privacy e anonimato online cerchi di raggiungere.

Molti provider VPN mantengono alcuni registri e lo spiegano chiaramente sul loro sito Web. Sono due esempi di trasparenza della registrazione e  (ExpressVPN ha recentemente rivisto il suo sito Web per chiarire ulteriormente le loro politiche). Ma ci sono altri servizi VPN che conservano o "trattengono" i dati, affermando falsamente di essere "nessun registro" sulla loro homepage (bandiera rossa).

La chiave è capire cosa sta succedendo con queste politiche, cercare fornitori onesti e trasparenti e prendere ulteriori precauzioni se si desidera raggiungere livelli più elevati di anonimato online.

James Rivington Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me