nordvpn tesonet protonvpn hola data mining


Recentemente è stata resa pubblica una causa scioccante con accuse che coinvolgono i principali attori del settore VPN.

La causa per violazione del copyright (informazioni sul processo) coinvolge Tesonet e Luminati Networks, che si ritiene siano rispettivamente le società madri dietro NordVPN e HolaVPN. Le accuse nell'ambito della causa sollevano seri interrogativi su NordVPN e se è nel settore della rivendita della larghezza di banda degli utenti attraverso un servizio proxy gestito da Tesonet in Lituania - esattamente come Hola è stata sorpresa a fare qualche anno fa.

Mentre NordVPN e HolaVPN sono ben noti nel settore VPN - per diversi motivi - le società presumibilmente dietro questi provider VPN - Tesonet e Luminati Networks - sono meno riconoscibili. Il testo della causa, tuttavia, spiega chiaramente la relazione tra queste diverse entità:

Prima e separatamente dalla tecnologia in questione in questo caso, Hola forniva un servizio di rete privata virtuale ("VPN") chiamato HolaVPN. Tra novembre 2015 e giugno 2018, Hola ha intrattenuto rapporti commerciali con Tesonet relativi a HolaVPN e al servizio VPN di Tesonet chiamato NordVPN. [Paragrafo 13]

Hola ha successivamente cambiato il suo nome in Luminati Ltd., prima di cambiare il suo nome in Luminati Networks Ltd., l'attore in questa azione. [Paragrafo 10]

Possiamo quindi concludere, sulla base delle accuse di Luminati nella causa, che Tesonet è la società dietro NordVPN. Inoltre, HolaVPN ha intrattenuto rapporti commerciali di lavoro con NordVPN della durata di quasi tre anni, terminando solo di recente a giugno 2018. La natura esatta di questo "rapporto commerciale" non è dichiarata nella denuncia.

Perché Luminati Networks (Israele) fa causa a Tesonet (Lituania) attraverso un tribunale distrettuale del Texas orientale?

Il caso ruota attorno alle accuse secondo cui Tesonet sta violando i brevetti statunitensi che appartengono a Hola (Luminati), da cui la giurisdizione in Texas. La denuncia chiarisce ulteriormente la questione come segue:

Il 22 maggio 2017, durante un incontro tra il CEO di Hola Ofer Vilenski e il co-fondatore di Tesonet Tomas Okmanas, Okmanas ha informato il signor Vilenski che Tesonet stava pensando di entrare nel business delle procure residenziali. Il signor Vilenski ha informato il signor Okmanas che Luminati ha brevetti in questo campo e ha inviato un'email al signor Okmanas lo stesso giorno confermando che Luminati avrebbe inviato una lettera che identificava la proprietà intellettuale di Luminati in questo campo. [Paragrafo 14]

... la rete proxy residenziale OxyLabs si basa su numerosi dispositivi utente, ognuno dei quali è un dispositivo client identificabile su Internet da un indirizzo IP ... questi dispositivi utente diventano parte della rete attraverso l'esecuzione del codice Tesonet incorporato nelle applicazioni scaricate da tali dispositivi utente. [Paragrafo 19]

Ora dove lo abbiamo già sentito?

La rivendita della larghezza di banda degli utenti sui propri dispositivi è esattamente ciò che ha causato un contraccolpo ampiamente segnalato tre anni fa.

Questo precedente scandalo di botnet con Hola è emerso da un post sul blog del proprietario di 8chan in cui si afferma che i dispositivi controllati attraverso la rete Luminati stavano DDOSing 8chan come parte di una botnet. Ne abbiamo anche discusso nella guida VPN gratuita, che mostra come gli utenti di HolaVPN comprendessero la rete del "proxy aziendale", che la società madre ha commercializzato a terzi.

ciao vpnNegli screenshot che ho catturato l'anno scorso, puoi vedere che entrambi i siti Web sono quasi identici. VPN gratuita (in alto) = rete proxy aziendale (in basso).

È importante notare che tutto questo si verifica a insaputa dell'utente finale che ha installato l'app VPN. Una volta che il software Luminati viene installato su un particolare dispositivo, il suo proprietario non ha alcun controllo sul modo in cui i clienti del "proxy aziendale" di Luminati scelgono di sfruttare il dispositivo e la connessione Internet. Vedi adios-hola.org per una discussione sui pericoli e sui rischi legati all'uso di HolaVPN.

Luminati commercializza la sua rete proxy residenziale tramite luminati.io.

Che dire di Tesonet?

Secondo la causa:

... Tesonet offre prodotti e servizi di estrazione dati su larga scala con il marchio OxyLabs. https://oxylabs.io/… questo include una rete proxy residenziale con dieci milioni di indirizzi IP residenziali da oltre 180 paesi. h ttps: //oxylabs.io/ [paragrafo 18]

Puoi vederlo sul sito Web oxylabs.io:

oxylabs tesonet nordvpn protonvpn

Proprio come con Luminati, Oxylabs gestisce anche una grande rete proxy di IP residenziali.

Le accuse online volano

A parte NordVPN e la causa per violazione di brevetto con Luminati, un altro provider VPN che è stato accusato di avere collegamenti a Tesonet è ProtonVPN - il servizio VPN di ProtonMail.

Mentre alcuni sono scettici, poiché le accuse hanno avuto origine da un provider VPN rivale (accesso privato a Internet), ci sono molte connessioni verificate dallo staff di Proton.

Da allora, Proton ha confermato di aver utilizzato Tesonet per le risorse umane e le buste paga per la sua filiale di Vilnius nel 2016, ma che non esiste più alcun collegamento tra le due società. Proton ha inoltre confermato di non condividere direttori, dipendenti o infrastrutture e di non impegnarsi nel data mining. Proton ha indicato un audit di ProtonVPN da parte di Mozilla per supportare il loro lato della storia, e ha anche pubblicato una dichiarazione ufficiale su Reddit.

Le reazioni a queste accuse sono state contrastanti. Mentre alcuni utenti vedono questi problemi come bandiere rosse e fanno saltare la nave, altri hanno ignorato le accuse come una "campagna diffamatoria" dai servizi VPN concorrenti.

ProtonVPN e NordVPN hanno anche sostenuto questa linea di difesa sui social media - vedi questa risposta di ProtonVPN e anche la risposta di NordVPN. ProtonVPN, in particolare, ha ripetutamente definito l'accesso privato a Internet (PIA) il colpevole di queste accuse.

Quindi tutto è solo una campagna diffamatoria per diffondere FUD (paura, incertezza e dubbio) sui servizi VPN rivali?

No.

PIA potrebbe anche lavorare per danneggiare la reputazione di NordVPN e ProtonVPN, ma ciò non spiega perché Hola sta facendo causa ai produttori di NordVPN. Questa causa non sembra avere nulla a che fare con l'accesso privato a Internet.

Conclusione

In conclusione, Luminati ha citato in giudizio Tesonet per aver fatto proprio ciò che ha costretto gli utenti attenti alla privacy ad abbandonare HolaVPN anni fa: rivendita della larghezza di banda degli utenti.

Il fatto che entrambe le società gestiscano reti proxy residenziali di grandi dimensioni può essere verificato direttamente sui siti Web pubblici di ciascun fornitore: https://luminati.io/ e https://oxylabs.io/.

Ma dobbiamo chiarire qualcosa: non ci sono prove o accuse che la stessa app NordVPN - o ProtonVPN - rivendica la larghezza di banda degli utenti. Mentre la causa menziona direttamente NordVPN, Tesonet potrebbe aver incorporato il software che abilita la rete proxy residenziale in app diverse da NordVPN.

Tuttavia, resta il fatto che Tesonet è chiaramente coinvolto nella stessa attività che ha portato scandalo a Hola - ed è stato citato in giudizio da Luminati per aver fatto proprio questo. Questo probabilmente preoccuperà chiunque consideri questi provider VPN correlati come una soluzione per la privacy e la sicurezza di Internet.

ProtonVPN è stato attivo su reddit nel rispondere a queste accuse.

Da quando questo articolo è stato pubblicato per la prima volta, NordVPN ha fornito ulteriori chiarimenti, inclusi nella sezione seguente.

Aggiornamento con informazioni aggiuntive

Aggiornamento 1: NordVPN ha risposto alla causa e si è offerto di fare un audit di terze parti per verificare i loro reclami "no log".

Aggiornamento 2: Sembra ci sia molta confusione per quanto riguarda esattamente chi sta facendo causa a chi e perché - confusione che potrebbe essere facilmente chiarita se le persone leggessero semplicemente la causa. Molti blog diversi sono usciti con varie storie e spiegazioni dopo aver pubblicato questo articolo, ma stanno ulteriormente aumentando la confusione non chiarendo i fatti.

Comparitech ha persino pubblicato un articolo in cui affermava erroneamente che NordVPN era stato citato in giudizio per essere una "botnet". Quindi hanno tentato di "dimostrare" che NordVPN non viene utilizzato come botnet analizzando il traffico con Wireshark, anche se nessuno lo ha rivendicato. Come ho affermato chiaramente nella conclusione sopra, c'è nessuna prova o accusa che NordVPN sia una botnet che vende larghezza di banda dell'utente - nessuno lo afferma.

La causa sostiene che Tesonet sta violando i brevetti di Luminati per il software di estrazione dei dati di rete proxy (utilizzato con HolaVPN). Questa violazione del brevetto probabilmente non ha nulla a che fare con NordVPN, ma piuttosto con altre app su cui Tesonet potrebbe utilizzare il codice. Tuttavia, la causa è ancora rilevante per due motivi principali:

  1. Stabilisce la connessione tra NordVPN e Tesonet.
  2. Illustra che Tesonet (la società madre) è coinvolta in pratiche commerciali simili a quelle di Hola che coinvolgono reti proxy e scraping dei dati, ma non necessariamente con NordVPN. (Ciò è anche ampiamente chiaro semplicemente esaminando la società, le sue offerte commerciali e il suo sito Web.)

Per sperare di chiarire un po 'di confusione, ecco alcuni punti da sottolineare ancora una volta:

  • NordVPN non è stato citato in giudizio da nessuno. La causa è stata intentata contro Tesonet, una grande azienda tecnologica con sede in Lituania.
  • Nessuno sostiene che i client NordVPN vengano utilizzati in una "botnet" (e questo sarebbe facile da verificare con Wireshark).
  • La giurisdizione di NordVPN è ancora a Panama, anche se tutti i dipendenti non lavorano a Panama. (Nota: le società sono semplicemente un'entità legale per proteggere le aziende e i loro clienti.)
  • La causa è stata presentata in una giurisdizione del Texas nota per "troll di brevetti", ma ciò non cambia i due punti principali illustrati sopra. L'accusa di "brevetto da troll" è rilevante solo per la questione se Tesonet stia davvero rubando la tecnologia di Luminati - nient'altro.
  • NordVPN condurrà un audit indipendente di terze parti per verificare i loro reclami "no log", che stimano verranno effettuati nei prossimi mesi.

Aggiornamento 3: Ho ricevuto numerose e-mail che mi chiedevano se NordVPN è ancora raccomandato. Questo aggiornamento risponderà a questa domanda (e si spera sia l'ultimo aggiornamento).

Nonostante tutte le voci che volano online, non sembra esserci alcun problema verificabile con NordVPN stesso. La controversia con la causa e le accuse di "scraping dei dati" sono esclusive di Tesonet, non di NordVPN.

Come notato sopra, NordVPN opera ancora dalla giurisdizione di Panama, che è una buona posizione per la privacy (al di fuori di 14 Eyes). Sebbene NordVPN abbia collegamenti verificabili con Tesonet in Lituania, è effettivamente sotto la giurisdizione di Panama ed è legalmente la propria entità. NordVPN non ha una politica sui registri e non è mai stato riscontrato che fornisca informazioni a terzi o agenzie statali.

Giudicato da solo, NordVPN si è comportato bene nell'ultimo aggiornamento della recensione NordVPN - meglio che nelle recensioni precedenti. È stato temporaneamente rimosso dal miglior elenco VPN mentre studiavo questi problemi. Anche se NordVPN rimane ben considerato nella comunità della privacy, l'ultima domanda di fiducia è qualcosa che solo tu puoi decidere.

Aggiornamento 4: L'audit NordVPN è stato completato e sono stati verificati come "nessun registro" - discussi ulteriormente nella guida VPN senza registri.

Ultimo aggiornamento 4 dicembre 2018

James Rivington Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me